Informazioni e Redazione

SI_logo

SOLIDARIETÀ Internazionale

Rivista bimestrale di Solidarietà e Cooperazione CIPSI
C.F. 97041440153 | Direzione, Amministrazione e Segreteria di Redazione:
Via Colossi, 53 – 00146 Roma | T 06.54.14.894 F 06.59.60.05.33 | E rivista@cipsi.it – info@cipsi.it

Direttore Responsabile: Guido Barbera (presidente del CIPSI).
Direttore editoriale: Eugenio Melandri (coordinatore di “ChiAma l’Africa”, già parlamentare europeo, già missionario presso i frati saveriani, giornalista).
Vice Direttore: Nicola Perrone (sociologo della comunicazione, esperto di cooperazione internazionale).

Il Comitato Scientifico è composto da: Prof. Guido Barbera, Prof. Paola Berbeglia, Prof. Paolo Carbone, Prof. Paolo Cendon, Prof. Pier Virgilio Dastoli, Prof. Maria Amata Garito, Prof. Eugenio Melandri, Prof. Nicola Perrone, Prof. Anita Ramasastry.I contributi originali di carattere scientifico proposti per la pubblicazione in Solidarietà Internazionale sono sottoposti a procedura di revisione per la valutazione di merito – peer review – a cura del Comitato Scientifico della Rivista.

La redazione – allargata a giornalisti, esponenti di associazioni, giovani, docenti universitari e operatori di solidarietà internazionale – si è impegnata a facilitare la partecipazione d’interventi di autori ed esperti di Africa, Asia e America latina. Una parte della rivista è stata dedicata alle organizzazioni, Soci o Rete Amici del CIPSI, offrendo loro spazi per comunicare esperienze di cooperazione internazionale all’estero e di cultura e formazione in Italia. L’Organizzazione editoriale nel 2014 è stata la seguente:

Gruppo di lavoro redazionale: Francesca Giovannetti (segretaria di Redazione, promozione e abbonamenti), Patrizia Caiffa (giornalista dell’agenzia di stampa SIR, Conferenza Episcopale Italiana), Giancarla Codrignani (già parlamentare europea gruppo indipendente), Monica Di Sisto (giornalista), Andrea Fogar (segnalazioni), Andrea Folloni, Rosario Lembo (presidente Comitato Italiano Contratto Mondiale per l’Acqua), Luca Manes (Campagna per la riforma della Banca Mondiale), Remo Marcone (presidente associazione Amistrada), Roberto Musacchio (già parlamentare europeo), Eleonora Pochi (giornalista pubblicista), Niccolò Rinaldi (parlamentare europeo), Patrizia Sentinelli (già vice-ministro Governo Prodi), Francesca Tacchia (giornalista pubblicista), Stefano Trasatti (direttore dell’agenzia di stampa “Redattore Sociale”), Graziano Zoni (fondatore di “Emmaus” Italia).

Rubriche a cura di: Guido Barbera (presidente Cipsi), Gianni Caligaris (esperto di cultura e attualità), Giancarla Codrignani (esperta di temi femminili, già parlamentare italiana), Renzie Mensah (Africa), Roberto Musacchio (già parlamentare europeo), Nicola Perrone (L’intervista, “a tu per tu”), Carlos Ciade Castellanos (esperto latinoamericano), Michele Zanzucchi (giornalista Città Nuova).

Collaboratori:Don Vinicio Albanesi (presidente Comunità di Capodarco), Cristiano Colombi (economista, SAL), Gianni Caligaris (rubrica), Khalid Chaoukim (parlamentare), Giancarla Codrignani, Cleophas Adrien Dioma (giornalista), Mirta Da Pra Pochessa (comunicazione Gruppo Abele), Giuseppe Florio (Progetto Continenti), Laura Giallombardo, Michele Sorice (docente di storia della radio e della televisione – LUISS Roma), Michele Zanzucchi (giornalista, Città Nuova).

Impaginazione e grafica, ricerca fotografica: Andrea Folloni

Bimestrale di fatti, notizie, cose dal mondo. Solidarietà internazionale da 25 anni permette di allargare i nostri orizzonti, scoprire il mondo, leggere i fatti con gli occhi degli altri, abbattere ogni muro di separazione, per costruire la convivialità delle differenze, realizzare una cooperazione basata sulle relazioni, che favorisca l’integrazione sociale, e fare del mondo una sola famiglia. Ma anche per progettare e cominciare una convivenza che non escluda nessuno e permettere ad ogni “io” di ritrovarsi nel “noi”.

Ogni bimestre 48 pagine che raccontano e analizzano i fatti nazionali e internazionali, che denunciano soprusi e ingiustizie, che seguono la crescita – anche se lenta – di una società conviviale, che propongono la solidarietà come forma della società e della politica, che coltivano la speranza possibile della pace, che presentano teoria e pratica della vera lotta alla miseria e alla povertà, che assumono come metodo di lavoro la nonviolenza, che danno voce alle esperienze dei “Sud del mondo”.

La rivista ha l’obiettivo di fornire l’altro modo di leggere il mondo: con approfondimenti, dando voce alla quotidianità, proponendo una cooperazione basata sullo scambio reciproco e la fiducia, superando le contraddizioni della crescita e dello sviluppo, progettando la globalizzazione dei diritti, costruendo la società dei beni comuni, facendo parlare i diretti protagonisti.

Solidarietà internazionale è:

  • da leggere: è un modo per leggere il mondo con altri occhi;
  • da approfondire: per guardare oltre le nostre frontiere, non solo quelle geografiche ma anche quelle dei nostri interessi;
  • da meditare: per estendere lo sguardo su tutti i continenti e sul mondo della solidarietà nelle sue molteplici sfaccettature;
  • da agire: è uno strumento per mettersi in movimento, e in rete.

Solidarietà internazionale si rinnova ogni anno, con un Piano editoriale diverso e aggiornato ai cambiamenti sociali, economici, politici; e con ritocchi grafici, impaginata a quattro colori.

Le rubriche. La rivista è organizzata in rubriche fisse curate sempre dagli stessi autori e rubriche generali. Quelle fisse sono le seguenti: oltre all’editoriale, abbiamo alcuni Punti di vista, almeno quattro opinioni e commenti liberi di rubrichisti periodici, che nel 2014 sono su Donne, Europa, America latina e Africa. Una rubrica fissa sulle migrazioni Mare Nostrum curata da Khalid Chaoukim. Una rubrica fissa Giorni e Notti che ha la caratteristica di un diario degli avvenimenti del bimestre. Una rubrica Racconti di minoranze, una dal Cipsi e le Segnalazioni/Bacheca. Poi abbiamo le rubriche generali. Ogni numero ha una Copertina, caratterizzata dalla scelta di argomenti di attualità e di approfondimento, che mediamente occupa circa un quarto della rivista. Poi c’è un Dossier di approfondimento, che nel 2013 e nel 2014 sono stati dedicati all’iniziativa “Dichiariamo illegale la povertà – Banning Poverty 2018”. Altre rubriche: Giro di radar, che contiene approfondimenti originali sia a livello internazionale sia a livello europeo e italiano, sugli argomenti sopra indicati, e che è organizzata in sottorubriche: internazionale, politica, beni comuni, glialtrisiamonoi (immigrazione e inclusione), ecc.. A tu per tu è l’intervista del bimestre dedicata a una storia di vita significativa, possibilmente legata ad argomenti di attualità, con l’obiettivo di unire personale, sociale e impegno solidale.

Un altro obiettivo è quello di aprirsi a un’opinione pubblica più ampia, che desidera approfondire argomenti legati alla cooperazione internazionale, al diritto all’inclusione e alla cittadinanza degli immigrati e delle fasce di popolazione impoverita, , e ai beni comuni, alla lotta alla povertà ovunque sia. Inoltre, nelle varie rubriche, si è data particolare attenzione al “dare voce al Sud del Mondo”.

One comment on “Informazioni e Redazione
  1. gianna graziella ha detto:

    Solidarietà internazionale: nel titolo un programma…x il mondo intero!
    Conosco,per esperienza,la Cooperazione Internazionale…non sempre…coincide con la solidarietà internazionale!
    Lavoriamo perchè …accada!
    G.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.